atelier

LABORATORIO DI DISEGNO anno scolastico 2007/2008 - classi seconde e terze

disegno dal vero… per un autunno in bianco e nero

f2.jpg
f21.jpg
f11.jpg
f20.jpg
f1.jpg
f14.jpg
f6.jpg
f23.jpg
f4.jpg
f10.jpg
f19.jpg
f12.jpg
f5.jpg
f17.jpg
tron.jpg
f3.jpg
f18.jpg
f9.jpg
f7.jpg
fic1.jpg
f13.jpg
f22.jpg
f15.jpg
fic2.jpg
f16.jpg

In questo laboratorio, svolto nel primo quadrimestre, si è voluto dare la priorità agli strumenti più semplici come la matita, con le possibilità espressive offerte dalla diversità di durezza delle mine, dalle differenze di impugnatura e pressione, dal controllo dei movimenti, dalla collocazione dei segni… per una formazione di base per il disegno, elemento di partenza per potersi esprimere attraverso la produzione di immagini, e per l’acquisizione di un proprio segno espressivo.
L’esperienza dell’uso, in tal senso, della matita permette poi un più facile approccio ad altri strumenti da disegno, quali carboncino, china e pastelli, seppure con qualche differenza di prestazione.
Per la loro praticità, tali strumenti ben si adattano al disegno dal vero, per il quale si è optato, anche e soprattutto per abituare gli alunni a sostituire la superficialità del semplice guardare con l’attenzione dell’osservare, esercizio sempre utile (e non solo per la realtà visiva) per esplorare l’ambiente circostante e superare il preconcetto e lo stereotipo.
Dopo le prime esercitazioni sul segno espressivo, gli alunni hanno eseguito una prima composizione utilizzando liberamente lettere, numeri, simboli…

parole in libertà

sA.jpg
sG.jpg
sL.jpg
sV.jpg
sYa.jpg

Gli alunni si sono dedicati quindi al disegno dal vero utilizzando matite, carboncino o pennino intinto di china. Avendo rinunciato ad uscire in giardino a causa del clima, hanno disegnato elementi naturali raccolti (foglie, bacche, ricci, rametti…), il paesaggio osservato dalla finestra dell’aula…

alla finestra

paA.jpg
paB.jpg
paG.jpg
paGs1.jpg
paGs2.jpg
paL.jpg
paV.jpg
paYa.jpg
paYi.jpg

… e piante da arredamento presenti dell'atrio della scuola, resi attraverso l’immediatezza dello schizzo o il dettaglio del disegno, a volte completato dal chiaro/scuro.

nell'atrio

piL.jpg
piYa.jpg
piB.jpg
pi2Yi.jpg
piG.jpg
pi1Yi.jpg

Infine, con una natura morta dal vero, gli alunni si sono occupati anche del colore attraverso la sperimentazione di tecniche quali matite colorate acquerellabili, inchiostri colorati e acquerelli.

natura morta

A.jpg
V.jpg
G.jpg
Yi.jpg
Ya.jpg

Sette sono gli alunni che hanno frequentato l’Atelier, una piccola classe il cui limitato numero di partecipanti ha permesso alla docente di seguirli quasi individualmente: un alunno boliviano, un’alunna nigeriana, uno ucraino, una cubana e tre alunni provenienti da altre province, di cui ben cinque neo-arrivati da realtà diverse. Una piccola ricca classe interculturale che, al suo interno e in presenza di qualche innegabile problema di comunicazione linguistica, ha saputo relazionarsi anche attraverso il linguaggio visivo del disegno e che ha fatto sentire me (l'insegnante) cittadina del mondo.

ドリサ


Approfondimenti:
http://it.wikipedia.org/wiki/Disegno
http://www.disegnamo.it/articoli/index1.php?id=101

Torna a laboratori di arte e immagine


Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License